supportIn caso di cambio profilo per il tuo servizio di ADSL Wireless l’amministrazione Cheapnet gestisce in questo modo la pratica e la relativa fatturazione:

All’attivazione del nuovo servizio il sistema emette una nuova fattura che include il costo di variazione (variabile da 30 a 75 Euro in funzione del profilo o gratuito in caso di contestuale upgrade del profilo), e 2 mesi di servizio.

Da quel momento parte il nuovo ciclo di fatturazione che sostituisce quello del vecchio servizio.

L’importo corrispondente al periodo non usufruito del vecchio servizio, ad esclusione di traffico Voip o altre spese che non corrispondano a canoni mensili, sarà automaticamente stornato nelle fatture successive del nuovo servizio.

 

Facciamo un esempio:

Il cliente ha attivo il servizio Wireless 10/512 ed intende effettuare la variazione al nuovo profilo Wireless 20 Mega FAMILY (stesso costo, raddoppio di banda in download).

Nel vecchio ciclo di fatturazione è presente la fattura N. 2 di 74,73 Euro (Euro 70,76 canoni, Euro 3,97 VoIP), emessa il 19/06/16 con scadenza 19/07/16.
Tale fattura copre il periodo dal 19/07/16 (giorno di scadenza del pagamento), fino al 19/09/16.
Normalmente, il giorno 19/08/16 sarebbe automaticamente emessa dal sistema la fattura per il periodo successivo, con scadenza 19/09/16, che coprirebbe il periodo dal 19/09/16 al 19/11/16, e così via.

Poniamo che il giorno 12/07/16, il cliente chieda la variazione al nuovo profilo Wireless 20 Mega FAMILY e che tale richiesta sia processata il giorno stesso.
In base a quanto indicato sopra, vediamo come viene gestita la transizione.
Il giorno 12/07/16 (Attivazione nuovo servizio), il sistema emette automaticamente la fattura N. 3 di Euro 107,36 (2 mesi di servizio + costo di variazione, iva compresa).
Nello stesso giorno, il vecchio servizio è cessato, così come la relativa fatturazione.
Al cliente, però, spetta il rimborso per la componente dei canoni mensili relativi alla fattura N. 2 del 19/06/16 con scadenza 19/07/16, pari ad Euro 70,76 (Euro 3,97 relativi al traffico Voip non rimborsabili), oltre al residuo della fattura N. 1 di aprile per il periodo che va dal giorno dell’attivazione del nuovo servizio (12/07/16), all’ultimo giorno di competenza della fattura precedente (19/07/16).
Si tratta di 5 giorni, per un importo indicativo pari ad Euro 5,80 iva compresa, che vanno ad aggiungersi ai 70,76 Euro precedenti, per un rimborso totale pari ad Euro 76,56.

Come visibile nella seconda immagine, la fattura N. 4 avrà importo zero Euro mentre la fattura N. 5 presenterà un importo ridotto per effetto del residuo rimborsato. Le fatture successive presenteranno il normale importo contrattuale.

Click sull’immagine per ingrandire

Condividi...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone